Italian page

Prima pagina

Il progetto

Lingue

Background

Attività del progetto

Notizie

Pubblicazioni

Partner

Area riservata

Contatti

 

Il progetto

Il concetto di “Edifici a energia quasi zero” è stato introdotto dall’art. 9 della Direttiva Europea sulla performance energetica degli edifici (EPBD): “…. Entro il 31.12.2020, tutti i nuovi edifici  saranno edifici a energia quasi zero; e dopo il 31.12.2018, tutti gli edifici posseduti o occupati da enti pubblici saranno edifici a energia quasi zero”.

Questo è il punto di partenza del progetto RePublic_ZEB che si concentra sulla ristrutturazione dagli edifici pubblici esistenti per raggiungere consumi ed emissioni di CO2 “quasi” nella consapevolezza che enormi risparmi di energia sono possibili. Il progetto RePublic_ZEB  riguarda l’Europa sud orientale coinvolgendo 10 partner in tale area ed un partner esterno ad essa.

L’obiettivo principale del progetto è:

Definire dei “pacchetti di misure” per la ristrutturazione degli edifici pubblici in NZEB. Tali pacchetti devono essere ottimali in termini di costi-benefici, basati sulle tecnologie più efficienti e di qualità, standardizzabili e adottabili da parte di costruttori e proprietari di edifici.

Da questo presupposto derivano i seguenti obiettivi base:

  •  Situazione attuale dello stock degli edifici pubblici esistenti attraverso una valutazione, specifica per ogni Paese, dei relativi consumi energetici e delle emissioni di CO2;
  • Definizione di “edifici tipo”;
  • Sviluppo di una comune cornice di riferimento e di una metodologia armonizzata per la definizione condivisa del concetto di  “energia quasi zero”  applicabile agli edifici pubblici.

RePublic_ZEB tende a raggiungere tali obiettivi attraverso le seguenti sei linee di lavoro:

  1. Analisi dello stock degli edifici pubblici e definizione degli “edifici tipo” di riferimento
  2. Definizione dello status quo e analisi delle opportunità di ristrutturazione degli edifici pubblici verso consumi energetici “quasi zero” 
  3. Analisi dei costi-benefici dei pacchetti di misure proposti per la ristrutturazione verso consumi energetici “quasi zero” 
  4. Strategie e linee guida per raggiungere consumi energetici “quasi zero” 
  5. Diffusione dei risultati

 

Attività previste dal progetto

Le principali attività del progetto RePublic_ZEB comprendono:

Analisi dello stock di edifici pubblici esistenti e definizione degli edifici di riferimento

Questa attività precede la raccolta dati e l’analisi dei consumi energetici dell’attuale stock di edifici pubblici in ciascun paese partner del progetto, prendendo in esame i consumi per riscaldamento, acqua calda per usi sanitari, raffrescamento e illuminazione. Tale analisi è strettamente legata agli scopi del progetto RePublic_ZEB ed utilizza prevalentemente dati di fonte europea: IEA, IEE e EASME, ex EACI (per esempio DATAMINE). L’analisi dei dati nazionali permetterà un confronto incrociato per definire benchmarks di performance energetica per ciascuna tipologia di edificio pubblico, in base all’uso, alla dimensione ed alla funzione (operatività).

Gli edifici di riferimento così individuati fungeranno da prototipi per sviluppare una gamma di misure di efficienza economica standard (pacchetti di misure). Questo permetterà ai partner del progetto di individuare un gruppo di edifici pubblici da utilizzare come casi di studio allo scopo di verificare l’impatto dell’adozione di un insieme di misure durante l’attività di rinnovo e/o ristrutturazione.

Coordinatamento di: Black Sea Energy Research Centre (BSERC)

Contatti: office@bsrec.bg 

 

Valutazione dello status quo ed analisi delle opportunità per la ristrutturazione di edifici pubblici in nZEB

Questa attività ha lo scopo di identificare le tecnologie di costruzione più efficienti disponibili sul mercato per raggiungere il target nZEB per l’attuale stock di edifici pubblici.

Verrà svolta anche un’analisi dell’attuale contesto legislativo allo scopo di individuare eventuali limiti, incentivi e buone prassi, oltre a recuperare i risultati di eventuali altri progetti europei simili (per esempio ENTRANZE, Annex 52 e Annex 53). Verrà sollecitata la cooperazione e l’input da parte degli operatori dell’industria del settore al fine di elaborare un insieme di interventi valido ed efficiente. Le tecnologie e i metodi di costruzione più adatti saranno infine organizzati in “pacchetti di misure” che saranno oggetto di ulteriore analisi nell’ambito della successiva attività del progetto.

Coordinamento di: Budapest University of Technology and Economics (BME)

Contatti: magyar@egt.bme.hu 

 

Analisi costi/benefici dei “pacchetti di misure” per la ristrutturazione in nZEB

Questa attività deve valutare gli edifici di riferimento ed i “pacchetti di misure” sulla base del loro potenziale in termini di risparmio energetico ed economico. Per ciascun “pacchetto di misure” ogni partner è chiamato a definire e verificare i metodi e gli strumenti più appropriati per determinarne i consumi di energie fossili e rinnovabili ed i relativi costi. Questo allo scopo di aumentare la fiducia dell’industria delle costruzioni ed offrire ad essa uno strumento semplice ed affidabile con il quale scegliere le migliori tecnologie a costi ottimali. Se in grado di dimostrare con chiarezza i potenziali risparmi, i costruttori saranno incoraggiati a promuovere le ristrutturazioni in nZEB presso i proprietari di edifici pubblici.

Verrà condotta anche un’analisi comparata tra I diversi paesi per identificare eventuali incertezze e completare una analisi di sensitività Una rassegna di precedenti progetti (per esempio Annex 52 e Annex 56) e studi europei (BPIE: Implementing the cost-optimal methodology) verrà svolta a completamento dei risultati dei test.

Coordinamento di: Politecnico di Torino (POLITO)

Contatti: vincenzo.corrado@polito.it 

 

Strategie e linee guida per la ristrutturazione degli edifici in nZEB

Questa attività è focalizzata sulla promozione e lo sviluppo di linee guida per accelerare la ristrutturazione degli edifici pubblici esistenti in nZEB. Il target di tali linee di indirizzo comprende l’industria delle costruzioni, l’edilizia sociale i proprietari di stock di edifici e gli sviluppatori di progetti. Le attività di promozione saranno accompagnate da un set di linee guida e raccomandazioni tese a facilitare l’aumento delle ristrutturazioni in nZEB nei diversi paesi. Le definizioni di nZEB e la road map proposte saranno sviluppate in accordo con i rispettivi enti di governo del territorio. L’adozione di un approccio dal basso verso l’alto permetterà di sostenere le iniziative pratiche per l’implementazione delle ristrutturazioni in nZEB e ne renderà misurabili I risultati.

Coordinamento di: Laboratório Nacional de Energia e Geologia I.P / National Laboratory for Energy and Geology (LNEG)

Contatti: laura.aelenei@lneg.pt 

 

Communication and dissemination

Le attività di diffusione aiuteranno la circolazione delle informazioni e lo scambio di suggerimenti e idee tra i partner sulle scelte strategiche relative al progetto. Lo scopo preponderante è di aumentare la visibilità dei risultati del progetto a livello locale, nazionale ed europeo attraverso azioni mirate di divulgazione.

Coordinamento di: Building Research Establishment (BRE)

Contatti: republicZEB@bre.co.uk 

 

Notizie

Newsletter N°1

Newsletter N°2

Newsletter N°3